Il Processo Penale Minorile


Cosa è il processo Minorile?

Nell'ordinamento giuridico italiano il processo penale minorile è il procedimento penale  a carico di imputati 

minori degli anni 18 al momento della

commissione del reato.


La libertà personale


L’arresto ad opera della P.G. in ipotesi di flagranza di delitto è sempre facoltativo e mai obbligatorio. L’esercizio di tale facoltà deve essere rapportato alla specificità del minorenne: età e personalità. 

Soglia punitiva: molto più alta di quella contemplata per gli imputati maggiorenni, è fissata ad un limite elevato.

Per il fermo il minimo edittale di pena prevista non è inferiore a due anni. 

Misure cautelari: il giudice minorile può adottare, secondo i criteri di adeguatezza e gradualità, anche in relazione alle attività di lavoro, studio altrimenti educative del minorenne.

Le misure cautelari si distinguono in misure detentive (custodia cautelare) e  non detentive (prescrizioni con affidamento ai servizi minorili, permanenza in casa e collocamento in comunità).


Gli schemi di procedura


La vicenda procedurale può seguire lo schema ordinario “udienza preliminare-dibattimento” o gli schemi semplificati ridotti al giudizio immediato, abbreviato o direttissimo.

Il giudice può assolvere una funzione di intermediazione tra minore e genitori dovendo sollecitarne l’intervento nell’interesse del minore.

Il decreto sicurezza impone al P.M. che non possa adire al giudizio direttissimo o immediato, nel caso in cui ciò possa pregiudicare gravemente le esigenze educative del minore. A causa della mancanza di piena maturità, non sono contemplati patteggiamento e decreto penale. 

È possibile attuare il rito direttissimo nei confronti dei minorenni arrestati in  flagranza di reati, sia nei confronti dei minori per i quali la P.G. ha disposto l’accompagnamento nei propri uffici.


Le possibili tappe di scansione del procedimento penale minorile

  •  Indagini preliminari
  •  L’udienza preliminare
  •  Dibattimento

Il procedimento ordinario le contempla tutte, il giudizio abbreviato si ferma all’udienza preliminare, il giudizio immediato e quello direttissimo giungono al dibattimento saltando l’udienza preliminare. Si hanno il giudice monocratico per le indagini preliminari; il giudice collegiale per l’udienza preliminare; il tribunale dibattimentale minorile.